Oscar Piovosi è il pittore figurativo più fedele alla sua epoca. Utilizzando infatti i lemmi e la grammatica della scuola romana e del tonalismo, Piovosi immortala tre ragazzine perfettamente scolpite dalla luce netta, nell’atto di trasferire fotografie dal cellulare. Se un tempo esse avrebbero potuto scambiarsi pettegolezzi, ritagli di giornali e diari segreti, oggi al tempo delle baby squillo, le ragazzine inviano messaggi dai contenuti ignoti, forse innocenti forse illegali, ma con la stessa felicità d’un tempo, con la stessa adolescenza incerta e confusa.

Daniele Radini Tedeschi

Dal volume “Tiltestetica” di Daniele Radini Tedeschi (Esposizione triennale di arti visive Roma 2014)